studio legale FANELLI GORGOGLIONE & ASSOCIATI - Milano


giovedì 21 giugno 2018

News

Inammissibile il ricorso elettorale notificato alla prefettura ma non all'avvocatura

Accogliendo l'eccezione di irricevibilità del ricorso per tardività, sollevata dall'Avvocatura erariale, il Tar EMILIA ROMAGNA - BOLOGNA, SEZ. II, con sentenza 19 aprile 2011 n. 401, Pres. Mozzarelli, Est. Giovannini, ha osservato che "l'art. 129, comma 3, del Codice del Processo amministrativo stabilisce inequivocabilmente che il ricorso avverso la ricusazione della lista elettorale debba essere notificato, a pena di decadenza, entro il termine di gg. 3 previsto nel precedente comma 1, esclusivamente mediante consegna diretta, posta elettronica certificata o fax, all'ufficio che ha emanato l'atto impugnato, alla Prefettura e, ove possibile, agli eventuali controinteressati. Ai sensi di quanto chiaramente dispone al comma 1 il già citato art. 129 del Codice, tale termine decadenziale di gg. 3 decorre dalla data di pubblicazione, anche mediante affissione, ovvero dalla comunicazione, se prevista, degli atti impugnati.
Nè rileva che, nel termine dei tre giorni, il ricorso sia stato anche notificato alla Prefettura, presso la sede della stessa e tramite Posta Elettronica Certificata, in quanto nulla è mutato in ordine al domicilio "ex lege" delle amministrazioni statali presso l'Avvocatura dello Stato, ragione per cui l'unica notificazione valida rimane quella effettuata presso l'Avvocatura Distrettuale dello Stato.

News

Studio Legale FANELLI GORGOGLIONE & ASSOCIATI - p.iva 06573980965
20122 Milano, Via Luciano Manara 5
tel. 02.944.33.000 (RA) fax 02.944.33.001
eMail: avvocatiassociati@fanelligorgoglione.eu

sviluppo web logovia