studio legale FANELLI GORGOGLIONE & ASSOCIATI - Milano


mercoledì 17 gennaio 2018

News

Il danno conseguente all'occupazione senza titolo

Richiamate le premesse teoriche circa la necessita' di distinguere il c.d. danno evento da quello conseguenza, ribadite dalle Sezioni Unite con le quattro sentenza gemelle nn.26972, 26973, 26974 e 26975 del 2008, la Corte di Cassazione, sez. III Civile, con sentenza 23 gennaio-29 marzo 2012, n. 5058, Presidente Massera, Relatore Frasca  dopo aver sottolineato che, nella logica del danno conseguenza, spetta al danneggiato ..allegare le situazioni fattuali dimostrative dell'esistenza del danno conseguenza, ha osservato che "occorre intendersi sulla identificazione del danno evento da occupazione senza titolo: esso e' certamente rappresentato dall'instaurarsi sul bene di una situazione di godimento diretto dell'occupante, che preclude il godimento diretto del titolare e nel contempo non gli permette di goderlo indirettamente, cioe' conferendone il godimento, cioe' la detenzione, ad altri. È questo l'evento che si configura come danno evento, cioe' come lesione della situazione vantata sull'immobile dal titolare. Altra cosa e' il danno conseguenza in senso patrimoniale, che dipende dall'atteggiarsi del godimento del titolare sul bene al momento in cui si verifica l'occupazione e successivamente, nel senso che, per effetto del danno evento da occupazione, diversa e' la situazione del titolare che godeva direttamente dell'immobile svolgendovi un'attivita' e che, dunque, vede preclusa la continuazione di tale possibilita', da quella del titolare che non svolgeva alcuna attivita' sull'immobile, cioe' non esercitava un godimento diretto su di esso e nemmeno lo godeva indirettamente, cioe' riscuotendo un'utilita' economica da un terzo (ad esempio, un conduttore), cioe' frutti civili, oppure soddisfaceva un'esigenza affettiva o amicale (come nel caso di utilizzazione gratuita da parte di un figlio o di un amico).
È proprio in relazione all'atteggiarsi del godimento al momento dell'occupazione altrui che, per il suo protrarsi, potra' emergere o meno un danno conseguenza in relazione all'esistenza o meno di una privazione della facolta' di godimento com'era in atto: a seconda dei casi si potra' dare l'esistenza di un danno emergente, come tale suscettibile di valutazione economica secondo le circostanze del caso. Ed il titolare dovra' allegarlo. Se invece un godimento diretto non vi era e nemmeno ve n'era uno indiretto fonte di utilita', come nel caso in cui venga occupato un terreno che il titolare del diritto su di esso si limitava a godere a distanza senza svolgervi alcuna attivita' e lasciandolo inutilizzato (ad esempio incolto), allora non si configurera' danno conseguenza per effetto della privazione. La situazione del godimento del titolare resta, infatti, immutata ed egli non riceve danno conseguenza per effetto della privazione del godimento com'era.

News

Studio Legale FANELLI GORGOGLIONE & ASSOCIATI - p.iva 06573980965
20122 Milano, Via Luciano Manara 5
tel. 02.944.33.000 (RA) fax 02.944.33.001
eMail: avvocatiassociati@fanelligorgoglione.eu

sviluppo web logovia