studio legale FANELLI GORGOGLIONE & ASSOCIATI - Milano


giovedì 20 settembre 2018

News

Il criterio generale del domicilio fiscale e la notifica degli atti tributari

Premesso che "la disciplina delle notificazioni degli atti tributari si fonda sul criterio del domicilio fiscale e sull'onere preventivo del contribuente di indicare all'Ufficio tributario il proprio domicilio fiscale e di tenere detto Ufficio costantemente informato delle eventuali variazioni", la Corte di Cassazione, sez. Tributaria, con sentenza 26 aprile - 30 maggio 2012, n. 8637, presidente Merone, relatore Cappabianca, ha chiarito che "il mancato adempimento (originario o successivo) di tale onere di comunicazione, legittima l'Ufficio procedente ad eseguire le notifiche nel domicilio fiscale per ultimo noto, eventualmente nella forma semplificata di cui all'art. 60, comma 1 lett. e, d.p.r. 600/1973 (Cass. 1206/09). La notifica degli avvisi di accertamento ai soggetti diversi dalle persone fisiche, "non si sottrae alla regola generale enunciata dall'art. 60 DPR 600/1973, secondo cui la notificazione degli avvisi e degli altri atti tributari al contribuente deve essere fatta nel comune dove quest'ultimo ha il domicilio fiscale. Il coordinamento di tale disciplina con quella di cui all'art. 145 cpc, comporta che, per le societa' commerciali, in caso d'impossibilita' di eseguire la notificazione presso la sede sociale, e' applicabile il criterio sussidiario della notificazione alla persona fisica che la rappresenta soltanto se tale persona fisica, oltre ad essere identificata nell'atto, risiede nel comune in cui l'ente ha il suo domicilio fiscale (cfr. Cass. 15856/09, 5483/08 e 3618/06); diversamente. va applicata la regola generale di cui all'art. 60, comma 1 lett. e, d.p.r. 600/1973). Consegue che, se il legale rappresentante della societa' destinataria dell'accertamento risiede in comune diverso da quello della sede dichiarata della societa', la notifica dei prodromici avvisi di accertamento va legittimamente perfezionata ai sensi dell'art. 60, comma 1 lett. e, d.p.r. 600/1973.

News

Studio Legale FANELLI GORGOGLIONE & ASSOCIATI - p.iva 06573980965
20122 Milano, Via Luciano Manara 5
tel. 02.944.33.000 (RA) fax 02.944.33.001
eMail: avvocatiassociati@fanelligorgoglione.eu

sviluppo web logovia